lunedì 3 giugno 2013

I mobili di casa diventano detraibili.

La proposta di includere gli arredi di casa fra le opere ammesse alla detrazione del 50% è stata approvata venerdì scorso, dal Consiglio dei ministri. La chiusura negativa dell’anno 2012, per il settore LegnoArredo, aveva ulteriormente preoccupato il Dott. Roberto Snaidero, presidente FederlegnoArredo. Finalmente la svolta.
«Un grande risultato per tutte le imprese. Un lavoro di squadra che negli ultimi anni ci ha visti impegnati per favorire l’approvazione di uno strumento che avrà ripercussioni positive sui consumi e sull’intero sistema dell’arredamento». 
Cerchiamo di capire cos’è il bonus mobili.

Nei prossimi mesi (dal 1 luglio 2013 al 31 dicembre 2013) avremo la possibilità di acquistare ogni tipo di mobilio (fisso o di complemento) finalizzato all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione (per un massimo di 10 mila euro). La spesa sarà detraibile al 50% in un tempo di 10 anni. Letti, divani, tavoli, serramenti interni, i sanitari per il bagno, la cucina e molto altro. Le spese sostenute potranno andare in detrazione, in sede di dichiarazione dei redditi.
Sono cambiate le condizioni e le agevolazioni anche nel campo energetico (Eco-bonus).
Una buona notizia per le nostre tasche.

[Fonte: At casa]

Nessun commento:

Posta un commento