lunedì 25 marzo 2013

Uno spazio Nomade che strappa il sorriso

Syusy Blady da tempo promuove l’abitare eco-compatibile attraverso la divulgazione dei modelli abitativi nomadi. Un esempio è la yurta, l’abitazione tradizionale dei nomadi dell’Asia centrale. Dopo il terremoto che ha colpito l’Emilia lasciando una grande ferita anche nei luoghi deputati all’educazione, come le scuole, l’emergenza è trovare soluzioni per ricostruire in modo ecologico e sostenibile, anche usando la fantasia! Per questo Syusy, pedagogista prima ancora che conduttrice televisiva, partecipa con la sua yurta alla ricostruzione di un asilo e di una scuola elementare nella frazione Palata Pepoli del comune di Crevalcore colpito dal terremoto: uno spazio efficiente, sicuro, antisismico, costruito velocemente, divertente e soprattutto NOMADE.


Nessun commento:

Posta un commento