mercoledì 18 aprile 2012

FBR[a casa] | POSSIBLE OBJECTS AND KITCHEN TALES

Torna [a casa]: artisti, designer, pensatori, esteti, musicisti, collezionisti, amanti del cibo s’incontrano in un luogo di incontro d’eccezione, alla sua seconda edizione, in collaborazione con Beatrice Rossetti. Un hub sensoriale, dove sperimentare nuove connessioni e partecipare all’elaborazione di un modo di comunicare la creatività fuori da schemi prefabbricati attraverso un viaggio tra design e installazioni d’arte, pezzi della memoria e oggetti curiosi, e la buona tavola.


Un hub sensoriale, uno spazio di prossimità dove sperimentare nuove connessioni e partecipare all’elaborazione di un modo di comunicare la creatività fuori da schemi prefabbricati. Design e installazioni d’arte, pezzi della memoria e oggetti curiosi, complice la buona tavola, suggeriscono percorsi inediti e attivano corrispondenze insospettabili tra immagini, situazioni, emozioni vissute e persone incontrate. Non c’è differenza tra sperimentare, dialogare, bere o mangiare.




Per questa seconda edizione FBR e Beatrice Rossetti mettono in scena una selezione di progetti apparentemente distinti e invitano dei creativi di tutti gli orizzonti ad esprimere le loro reazioni e a commentare liberamente quelle degli altri nell’intento di scrivere una nuova pagina umanista: il tavolo Colino disegnato da Michele De Lucchi con Giovanna Latis per Riva 1920 e le sedie di Paola Navone per Eumenes accoglieranno il convivio, una camera da letto vestita da Society sarà abitata da Bodo Sperlein, nei suoi piatti disegnati per Nikko saranno presentate le pietanze di Tittacucinaitinerante, le lampade di Davide Groppi animeranno un aperitivo di luce al crepuscolo, Carla Cardinaletti propone Ankh un'installazione site specific ispirata alla chiave egizia della vita, che ha l'ambizione di "illuminare" questo luogo d'incontro, Valerio Rocco Orlando esporrà la sua opera “Endless” e raccoglierà spunti per arricchirla. Saranno anche presenti Thalia Maria Georgoulis con le sue opere dall’iconografia domestica, Iittala con il suo design senza tempo, le posate di Sambonet, Francesca Mo e i suoi bijoux minimali, Alfred Von Esher con un pezzo della collezione Leftover e le lampade “Brancusi” di G.Latis.


Numerosi featuring e contaminazioni interverranno nel corso di queste intense giornate e per moltiplicare queste connessioni 10 Tokyobike collegheranno [a casa] ai luoghi nevralgici del Fuori Salone e da qui…al resto del mondo.

In collaborazione con H+, Società di marketing culturale.


Ogni giorno, a partire dalle 13.00, pranzo casalingo solo su prenotazione:
FBR 02 583 28 454, fbr@fbreurope.com
Se volete semplicemente passare a curiosare o a bere un caffè, vi aspettiamo tutti i giorni dall’17 al 22 aprile dalle 12.00 alle 19.00.
Per la prenotazione di percorsi guidati nei luoghi più significativi del Fuori salone milanese, pedalando una Tokyobike: www.acasaproject.com
Dopo una ventennale esperienza nel campo della comunicazione integrata presso importanti aziende del lusso, nel 2004 Francesca
Ballini Richards ha creato FBR che si occupa di strategie di comunicazione nella moda, lifestyle e design.
Beatrice Rossetti ama i colori e le coincidenze. Giornalista, ,stylist e interior decorator lavora come free lance con alcune delle principali riviste italiane e straniere, svolgendo anche attività di visual e consulenza di stile per alcune aziende italiane.


Via Benedetto Marcello 2 | 17/22 aprile, h. 12/19 | pranzi (su invito) h. 13
Fa parte del circuito PortaVenezia in design | Liberty

[Fonte: Creathed]

Nessun commento:

Posta un commento