giovedì 1 marzo 2012

David Batchelor

"Non credo sia esagerato dire che fin dall’antichità, nell’Occidente, il colore è stato sistematicamente tenuto ai margini, vilipeso, sminuito e degradato. Generazioni di filosofi, artisti, storici dell’arte e teorici della cultura di questa o di quella bandiera hanno conservato vivo e caldo questo pregiudizio, lo hanno alimentato e coltivato. Come accade con tutti i pregiudizi, la sua forma più palese, la sua ripugnanza maschera una paura: la paura di essere contaminati e corrotti da un qualcosa di sconosciuto o che appare inconoscibile. La ripugnanza nei confronti del colore, la paura di essere corrotti attraverso il colore, ha bisogno di un nome: cromofobia."
David Batchelor
Cromofobia. Storia della paura del colore





 
David Batchelor, artista scozzese stanziato a Londra, espone alla Galleria Leme di Sao Paolo delle luci assemblate con materiali di scarto trovati nelle periferie della città brasiliana

Nessun commento:

Posta un commento